mercoledì 15 novembre 2017

I NOSTRI POMERIGGI

Velocemente lascio alcune immagini che che ritraggono i nostri pomeriggi, che tra una corsa ed un'altra, un compito ed un altro, cerchiamo di rendere proficui e divertenti.
Disegni,  letture, produzioni varie tipo pane e pasta fresca, frutta essiccata e marmellata e poi un timido approccio ai lavoretti di Natale; insomma tutto molto ordinario ma momenti che scaldano il cuore e che parlano di noi. 



Klimt e Kandinsky nella versione di Edoardo 

Pasta verde fatta in casa con il nostro amato Kenwood 

Tagliatelle 

Tortelli e ravioli con ripieno di ricotta

Edoardo che tira la sfoglia 

Gioele e il mattarello

Prelibatezze dal nostro orto

Impariamo a fare la sfoglia

Passeggiate intorno a casa

Rosa canina

Sonnellino condiviso....Anche da Chicco

Treccia di pane integrale e semi vari

Cachi in essicazione

Pane bianco

Circe

Letture fantastiche

Biscotti per l'asilo

Natale è già di casa





martedì 15 agosto 2017

AMORE PROFONDO







NON credo nemmeno io di essere rientrata qui, dopo tanto tempo, eppure la voglia di lasciare qualche pensiero ha avuto la meglio e vorrei  farlo fissando, nero su bianco, quello che sempre più spesso mi trovo a constatare: nutro per i miei figli un amore profondo, talmente grande da non riuscire a pensare diversamente la mia vita!
No, non immagino cosa sarebbe stata senza di loro, senza la stanchezza che spesso sento, senza le loro vicine che mi chiamano ogni due minuti, senza i loro bisticci, i loro capricci, le preoccupazioni che spesso ne derivano ( per la loro educazione, per la loro salute), il loro mondo che ha totalmente "invaso" la mia vita!!
Non credo di aver fatto cosa più bella, non credo ci sia nulla di più  gratificante che mettere da parte il mio IO ingombrante e dedicare a loro le mie energie, i miei pensieri, i miei gesti, le mie preghiere,  la mia vita.
Sono tante le volte in cui mi chiedo se io sia una buona madre, se ci siano aspetti  migliorabili ed è  bello sperare che un giorno mi considerino il loro porto sicuro, assieme a mio marito, il loro papà!
Lo so, non sto dicendo nulla di nuovo alle orecchie di una mamma ma troppo spesso e, oserei dire sempre più spesso, vedo genitori che non hanno assolutamente intenzione di mettere al primo posto i loro figli, forse semplicemente perché al giorno d'oggi è  sempre lecito cercare il benessere personale, la felicità,  la libertà intesa come soddisfazione dei propri futili bisogni invece penso che la vera gioia, non quella effimera, derivi dalla responsabilità e dall'impegno!
Detto ciò  corro dai miei bimbi, per giocarecon loro, per osservarli, per riempirmi gli occhi di bello!!!!!!

giovedì 31 marzo 2016

Eccoci di nuovo qui, per mostrarvi un altro giochetto da fare con le tabelline; al momento siamo arrivati a studiare quella del cinque ma questo spassoso modo di studiare lo si può, ovviamente, applicare a tutte!

Ancora una volta ispirata da Sybille e dalla sua corda del tempo, ho fatto la CORDA DELLE TABELLINE: munitevi di una corda ( io ho usato la stringa di una vecchia borsa ), pennarelli e tante mollette di legno ( le ho acquistate in un negozio di saponi e detersivi ); a questo punto lascio che le immagini e le didascalie vi spieghino come procedere:




PENNARELLI E MOLLETTE DI LEGNO


DA UN LATO LA TABELLINA...

DALL'ALTRO LATO IL RISULTATO ( IN QUESTO MODO IL BAMBINO PUO' VERIFICARE DA SOLO SE IL RISULTATO DA LUI DETTO E' CORRETTO OPPURE NO; IN QUESTO CASO LA MOLLETTA IN QUESTIONE RIMANE SUL LATO DELL'OPERAZIONE )

ECCO LA TABELLINA DEL QUATTRO

OGNI TRE O QUATTRO TABELLINE C'E' UNA "MOLLETTA-PREMIO": SE NON SI SONO FATTI ERRORI C'E' UNA CARAMELLINA COME RICOMPENSA 

PRONTI PER IMPARARE GIOCANDO?


Le mollette possono anche essere utilizzate per allenarsi a ripetere le tabelline partendo dal risultato!!!





Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...