martedì 4 agosto 2015

CHE SIA UN RITORNO?

Buongiorno a tutti,
sono entrata questa mattina nel mio blog dopo mesi che non lo facevo e ho anche trovato il commento di una persona che stimo molto!
Sono a tre giorni dal parto di Gioele, il nostro secondo figlio e l' emozione è tanta, i pensieri che riempiono la mia mente infiniti, le paure non poche ma ho la fortuna di avere a casa con me papà Denis e Edoardo che mi "distraggono" un po' all' attesa, dolce attesa!
Immagino il parto ( e tremo ), mi chiedo che faccina avrà questo tesserino che mi "calcia" con tanta energia nonostante lo spazio a sua disposizione sia ormai poco e muoio dalla voglia di abbracciarlo ma soprattutto di vedere i miei bimbi stretti in un abbraccio, in quel momento che tutti noi immaginiamo almeno da nove mesi, anzi più, molti di più, visto che aspettavamo da tanto tempo di ricevere questo miracolo!
Edoardo in questi ultimi giorni è un po' teso e pone domande sul come sarà la nostra vita a quattro e su come cambierà la sua dopo quasi sette anni da figlio unico ma l' ho rassicurato spiegandogli che anche io ho un po' di timore e che è normale e che il bene, in questi casi, non si dimezza ma si moltiplica e che lui potrà ancora avere i suoi spazi e momenti tutti suoi con mamma e papà! Adesso non mi resta che mettermi alla prova come mamma bis e sperare di farcela perché ho un vago ricordo di come ci si senta quando si è veramente stanchi, sfiniti, ma ho anche presente come sia meraviglioso dare la vita e questa vita poi stringerla a se!

Così, in un mare di stati emotivi ballerini ( piango e rido anche nello stesso momento ), trascorriamo le giornate con la calma che contraddistingue l' essere in ferie e liberi di gestire il tempo senza correre ma ogni giorno, o quasi, ci infiliamo un po' di compiti per le vacanze! Edoardo ieri non aveva la minima intenzione di aprire i libri e così, pur di non sprecare un' occasione di apprendimento, gli ho proposto  di colorare una delle schede dei colori in lingua inglese che tempo fa ho stampato e che adesso stiamo piano piano colorando!
Finito il nostro lavoro mi ha chiesto se potevamo mettere tutto nel mio blog e così credo che oggi pomeriggio, proprio assieme a lui, caricherò le foto di ciò che ha fatto e gli farò scrivere il post in merito.... se vi interessa ripassate di qui e ,se saremo bravi, ogni tanto cercheremo di farvi vedere un po' dei nostri pasticci anche perché questo piccolo spazio nasce come il diario di una mamma che vuole condividere un po' di passioni e di giochi ( culinari e non ) fatti spesso insieme al proprio cucciolo ( a breve cuccioli!!! ).

A presto 







venerdì 20 febbraio 2015

TRECCIA DI PANE AL PESTO


Due sere fa per cena ho preparato una semplicissima pasta al pesto, tra l' altro con un condimento già pronto perchè la scorta di basilico del mio orto è finita da un po' ma pur condendo 250 g di pennette mi ne è rimasto circa mezzo barattolo.

Stamattina aprendo il frigorifero e cercando ispirazione per il pranzo ( devo fare la spesa, il frigo è ormai vuoto! ), mi sono illuminata vedendo quel barattolino verde solo e abbandonato in un angolino e ne è nata una buonissima treccia di pane al pesto genovese!!!

La volete la ricetta?! 

Ingredienti: 

500 g di farina 0, 350 ml di acqua, 1/2 cubetto di lievito di birra fresco, 15 g di sale, un cucchiaino scarso di zucchero, la rimanenza del pesto alla genovese.

Preparazione: 

Nella planetaria o in una terrina fate sciogliere il lievito nell' acqua con lo zucchero.
Trascorsi dieci minuti provvedete ad aggiungere la farina e il sale; impastare a velocità 1 con il gancio oppure a mano fino ad ottenere un bel panetto morbido; a questo punto aggiungere il pesto e proseguire la lavorazione.
Mettere a lievitare in forno spento o ambiente riparato per circa due ore, riprendere l' impasto e procedere a formare la treccia ( la otterrete facilmente dividendo l' impasto in tre parti e formando dei filoncini che poi intreccerete tra loro ); adagiare su una teglia ricoperta di carta da forno, lasciare lievitare per un'altra ora e procedere a cuocere a forno caldo, statico, 200° per 30-40 minuti circa ( controllate ogni tanto il vostro pane perchè la cottura dipende sempre un po' dal forno ).
Lasciate raffreddare su una gratella e gustate questo pane delicatissimo e molto morbido in cui il pesto rimane solo un aroma di sottofondo.

Voi avete qualche buona ricetta per riciclare un avanzo di pesto?!

A presto





mercoledì 18 febbraio 2015

DETERSIVO LIQUIDO LAVASTOVIGLIE


Eccomi qui, dopo una lunga assenza con la voglia di condividere con voi un pezzetto della mia vita, di ciò che nel frattempo è accaduto! Come molti di voi già sapranno sonno in dolce attesa e tra pochi giorni toccherò il traguardo del quinto mese!!
Inutile tentare di descrivere la gioia e anche lo stupore con cui ha colto tutti noi questa notizia dato che questo secondo figlio lo cercavamo da tanto tempo!
La maternità con tutti i suoi sconvolgimenti ormonali mi fa riflettere su un mare di cose e così, tra le piccole e grandi scelte che si affrontano con l' arrivo di un nuovo cucciolo in famiglia, voglia parlarvi di una delle più facili da risolvere o almeno in apparenza: tentare di essere ecologici e salutisti ancora più di prima!
Non sono una che ama gli estremismi quindi le mie non saranno mai scelte assolute ma la strada che cerco di percorrere è quella giusta e pulita per i miei figli e per quello che lasceremo loro!
Nel corso del tempo cercherò di postare tutte le nostre scelte eco ma per oggi vi lascio con una ricettina che vi permetterà di fare un salto in meno al supermercato ( il mio obiettivo è di andarci il meno possibile ) e che non inquinerà l'acqua e gli esseri viventi che vi abitano oltre al fatto che ha un costo di produzione davvero irrisorio!

Vi spiego come ho preparato il detersivo liquido per lavastoviglie!

Occorrente: 

3 limoni
240 g di sale ( io grosso )
400 ml di acqua
100 ml di aceto bianco ( io di mele )


Tagliate a fettine sottili i limoni avendo cura di togliere i semi; metteteli in un frullatore assieme al sale e ad una piccola parte dell' acqua; frullate il tutto.
A questo punto aggiungete la restante acqua e l' aceto e fate bollire per dieci minuti mescolando continuamente per evitare che si attacchi alla pentola ( per chi ha il Bimby può impostare dieci minuti a temperatura 100° C ).

Trasferite il tutto in un contenitore di vetro e al momento di avviare un lavaggio con la vostra lavastoviglie mettete due cucchiai del composto ottenuto nella vaschetta del detersivo!

Il vostro detersivo, ben chiuso nel barattolo si conserverà per un paio di mesi!


Fatemi sapere se vi è piaciuta questa ricetta! Voi auto producete i detersivi?!





Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...